This is Photoshop's version  of Lorem Ipsn gravida nibh vel velit auctor aliquet.Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem nibh id elit.uci elit consequat ipsutis sem nibh id elituci elit consequat ipsutis ...

Follow me on instagram

Contact us

Eighth Avenue 487, New York 
Phone: +387643932728
Phone: +387123456789

Blog

Home  /  Sposa   /  Abito da sposa per rito civile, le tendenze del 2018
abito rito civile pinù couture

Abito da sposa per rito civile, le tendenze del 2018

Chi ha detto che il matrimonio (e l’abito da sposa) debba essere per forza quello celebrato in chiesa? Secondo le statistiche Istat più recenti sempre più sposi preferiscono il rito civile al rito religioso. Come regolarsi allora per il giorno più importante della vita di una coppia celebrato in Comune? La sposa dovrà necessariamente rinunciare all’abito bianco e al lungo strascico? Nemmeno per sogno! La cerimonia in Comune non ha nulla da invidiare alla cerimonia in chiesa, ne dal punto di vista formale e ne, tantomeno, dal punto di vista sostanziale.

Quale abito scegliere per il “Si” in Comune?

La scelta è del tutto personale. Come dicevo in apertura nulla ti vieta di scegliere un bellissimo abito bianco ed uno strascico retto dalle tue damine. Per ottenere un magnifico effetto potrai farti aiutare dal tuo stilista di fiducia mixando opportunamente sobrietà e lusso. E non aver paura di “appiattirti” sul bianco. Il tuo bouquet ti aiuterà dando quel tocco di colore in più. Anzi, nel matrimonio civile potrai concederti maggiori “libertà”, saranno i dettagli a fare la differenza.

Le tendenze del 2018

Il vestito corto è una delle scelte preferite dalle spose che preferiscono il rito civile. Bianco o colorato, non ha importanza. Nel giorno più bello della tua vita conti solo tu. Sentiti libera di osare o di mantenere una linea più “tradizionale”. Per il 2018 va molto di moda l’abito “Midi”, un giusto compromesso tra corto e lungo con effetto vintage. Vuoi osare? Stupisci i tuoi ospiti giocando con i colori. La parola d’ordine è solo una: libertà. Non dimenticare, però, qualche piccolo accorgimento. Se scegli il rito civile è meglio pensare di rinunciare al velo, un accessorio probabilmente troppo legato alla cerimonia nunziale celebrata in chiesa. Sbizzarrisciti, invece, con scollature, trasparenze e tacchi alti. Se opti per la cerimonia in primavera o nel periodo estivo piena libertà per le tue braccia. In inverno, invece, non potrai rinunciare al coprispalle.

Questo articolo ti è piaciuto? Potrebbero interessarti anche:

Sorry, the comment form is closed at this time.